Arredare con il cuore - Mobilturi
6592
post-template-default,single,single-post,postid-6592,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland child-child-ver-1.0.0,borderland-ver-1.10, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12.1,vc_responsive

Arredare con il cuore

Arredare con il cuore

Atmosfere di ieri e di oggi si mescolano con la voglia di abbracciare il calore di una cucina classica.

cucina tradizionale
Modello GIORGIA
dettaglio cucina classica giorgia
dettagli cucina stile tradizionale

Quando la cucina è una questione di stile, ecco che lo stile si fonde con la sapiente tradizione di eccellenza del made in Italy.

Una cucina, anche in mezzo ai tanti impegni della vita, è il “centro di gravità permanente”: occupa uno spazio importante nella quotidianità di ciascuno. Non solo in termini di ore, strappate al lavoro e alla routine, ma soprattutto in termini di qualità dell’esistenza.

Per questo, la vera cucina, quella dei sogni e dell’immaginario, il faro luminoso nella notte più buia, deve avere una valenza sartoriale, nella composizione e nelle finiture. La cucina è chiamata ad assecondare e facilitare le inclinazioni e le passioni di chi la vive. Puoi ristrutturare casa, cambiare l’arredo, rinnovare gli ambienti, ma sempre coniugando estetica e funzionalità. Con un risultato da mozzare il fiato.

Il calore che un arredo riesce a comunicare, rappresenta uno degli elementi fondamentali di un’abitazione. Così nasce GIORGIA: la scelta giusta per una casa di famiglia, in cui il ciliegio, con le sue sfumature rossastre, riscalda il cuore e l’ambiente, regalando emozioni classiche di tempi mai dimenticati.

cucina classica giorgia mobilturi
GIORGIA sta bene con texture di pavimenti in listoni di gres chiaro oppure con l’intramontabile parquet, con consolle e tavolini e, perché no, con un caminetto d’epoca.

“Gli oggetti devono fare compagnia.”
ACHILLE CASTIGLIONI

Il design torna alle origini: piatti, accessori e stoviglie, soprattutto se da collezione o d’epoca, ben si prestano ad essere mostrati sulle mensole e sui ripiani. La cucina vive gran parte del suo tempo open air, non c’è più paura di mostrare, di esibire uno stile, un modo di essere.

Con GIORGIA puoi vivere ogni giorno il trionfo dell’aroma del caffè al mattino, il profumo del sugo che bolle in pentola, il ticchettio metallico delle posate contro i piatti. È la cucina della domenica, quello spazio accogliente dove torna in mostra la bellezza del cibo, oltre che l’estetica del design. Gli occhi, la mente, il cuore.

Questo è tutto ciò che ci fa stare bene, che ci fa sentire vivi.

dettagli cucina classica

GIORGIA è un laboratorio di cucina e uno spazio conviviale, dove i fuochi sono il vero fulcro delle attività. Questa idea arreda anche le pareti circostanti, in cui le dispense in vetro satinato si fanno vetrina, per mostrare piatti, bicchieri, contenitori per pasta, sale e aromi.
Un ordine esibito, insomma, da condividere con amici e parenti, senza mai nascondersi dietro l’onda fredda del minimalismo contemporaneo.

Per gli antichi Romani l’otium, nobile attività intellettuale, di studio e di cura del corpo, era la prerogativa dell’uomo libero.

Se ami la lettura e ti piace esplorare il territorio mentale, fai realizzare una libreria in muratura, dipingila di bianco e animala con le collezioni di libri che hai: è un modo insolito di vivere la cucina, ma è di indubbiamente il posto ideale per perdersi nella lettura. Basta, in fondo, mettere in moto un po’ di fantasia e tutto diventa possibile.

Per organizzare al meglio la cucina, un’idea è di incassare i pensili più alti in setti di cartongesso o muratura, come fossero nicchie di una casa antica. Accentua la verticalità e sceglie le tinte neutre dei muri, per esaltare la luce naturale e dare aria alle nuances scure del ciliegio.

Un tocco personale:
GIORGIA è una cucina che parla da sola, importante, tradizionale. Per alleggerire l’ambiente bisogna lavorare sull’intensità luminosa, che offre numerose possibilità di personalizzazione. L’obiettivo è dare spaziosità all’ambiente, creando continuità con l’esterno e con le finestre.
La luce viene dalla dominante bianca, il calore dalla dominante legnosa, il carattere dal contrasto tra il rosso del ciliegio e i chiari delle pareti, la vitalità viene da un tocco di colore che si associa alla finitura rustica delle forme.